Monumento Naturale di Camposoriano

dove la bellezza diventa straordinariamente naturale

Campo Soriano è un'area naturale nei comuni di Terracina e Sonnino, compreso nel Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi.

L'area protetta si estende per 974 ettari in una vasta conca carsica dei monti Ausoni compresa tra Monte Romano e Monte Cavallo Bianco, di grande interesse geologico e paesaggistico. Oltre alla sua straordinaria bellezza, questo paesaggio rappresenta uno degli altipiani carsici più importanti in Italia.

 

La vallata viene definita con un termine della lingua serba: polje. Qui si possono riconoscere le tappe dell'evoluzione del bacino carsico (faglia, modellamento glaciale, gelivazione, fase lacustre, svuotamento). Il polje carsico è una vasta dolina di crollo formatasi per effetto di erosione e corrosione durante un tempo lunghissimo. È delimitato da un bordo roccioso ininterrotto che può raggiungere anche una certa altezza. Il fondo è piatto, del tipico colore rosso, e molto fertile in tutta la sua estensione: non per niente è ampiamente praticata la coltivazione del raro vitigno Moscato di Terracina, la cui produzione è promossa da una sagra in località La Fiora.

Tra i fenomeni osservabili nel poljie ci sono:

  • le doline, degli avvallamenti circolari

  • gli inghiottitoi, delle vere e proprie cavità strette e profonde

  • le cisterne naturali, importantissime riserve d’acqua per gli abitanti del luogo

  • gli hum, resti di formazioni rocciose modellate per millenni dai fenomeni atmosferici

Tra gli elementi geologici peculiarità di Campo Soriano, spiccano gli hum, puntoni rocciosi isolati che emergono dal terreno a forma di guglie raggiungendo l'altezza massima nella Rava di San Domenico, anche nota come Cattedrale, di 18 metri.

Gli hum sembrano a tutti gli effetti dei faraglioni di terra che irrompono bruscamente nel paesaggio con un effetto scenico che non lascia indifferenti.

Tra gli hum di Capo Soriano, il più importante è quello noto come La Cattedrale, un imponente masso alto circa 18 metri, dalla forma che ricorda una cattedrale gotica.

Per gli abitanti del posto la cattedrale è legata al monaco benedettino San Domenico da Sora, un santo molto venerato nel basso Lazio, per questa ragione la chiamano Rava di San Domenico.
Questo monolito si staglia proprio al centro della valle, come un guardiano silenzioso, e grazie alla sua fama è diventato il simbolo del Parco.

 

Alcuni resti di antichi mattoni, che chiudono una nicchia naturale, indicano inoltre la sede di una immagine votiva. La dedica della Rava a San Domenico è stata data da un monaco benedettino. Tecnicamente la Cattedrale è un rilievo residuale di calcare che si erge sul fondo di un piano carsico. 

cosa fare

All’interno del parco è possibile fare escursioni seguendo gli appositi sentieri, sia per la sicurezza personale che per preservare l’ambiente circostante e non arrecare disturbo agli animali. Nelle aree attrezzate si possono fare pic-nic e rilassarsi al sole.

Nella struttura ricettiva di Campo Soriano si possono trovare materiali illustrativi e richiedere informazioni al personale.

La struttura può essere contattata anche telefonicamente al numero 0773709397.

info turistiche

Monumento Naturale Campo Soriano
Ente Gestore: Comune di Terracina
Piazza Municipio, 1
04019 Terracina (LT)
Tel. +39 0773.70.71
Sito Web: www.comune.terracina.lt.it

Le Scalette Affittacamere

Via Scalette n°5 - (Navigatore - 1, Via Appia Nuova)

Terracina, LT  04019

lescaletteterracina@yahoo.com

Cel. (+39) 331 74 78 245

Tel.  (+39) 0773 36 98 17

Accettiamo

Show More

Contatta direttamente le Scalette

Inviaci un messaggio con whatsapp.